Mission

mission

 

giancampo è un’impresa di intermediazione alimentare che, attraverso accordi con aziende che desiderano migliorare la qualità della vita dei propri dipendenti, seleziona e consegna prodotti alimentari di qualità superiore, prevalentemente bio. Gli accordi con le aziende riguardano solo la possibilità di accesso agli spazi aziendali per la consegna dei prodotti, ma il rapporto commerciale riguarda esclusivamente il cliente (dipendente) e giancampo. 

giancampo nasce nel 2015 per rispondere alle mutate esigenze delle persone che lavorano, ma che vivono la necessità di coniugare due fattori tanto importanti quanto difficili da ottenere nella società attuale, ovvero il Tempo e la Qualità.
Gli uomini e soprattutto le donne che lavorano, sono sempre più costretti a rivolgersi alla grande distribuzione a causa del poco tempo a disposizione per fare la spesa, rinunciando inevitabilmente ai sapori, alla genuinità ma soprattutto alla qualità dei cibi che acquistano.

Sono Giancarlo Compagnino, ideatore di giancampo e sono stato un lavoratore dipendente fino a Febbraio 2015; ho gestito nel tempo diverse decine di collaboratori e la mia attività manageriale ha sempre visto il miglioramento della qualità come momento centrale del mio lavoro. Trasferitomi pochi anni fa in una riserva naturale a nord di Roma, ho visto nel tempo aumentare costantemente le richieste di frutta e di verdura da parte dei colleghi, solo perché avevo avviato con mia moglie un orto sinergico. Non potevo accontentarli, ma mi colpì come questa necessità fosse così sentita nella vita di molti. Questo interesse crescente ed il mio amore per la campagna hanno pian piano stimolato il mio spirito imprenditoriale facendomi riflettere su quanto mi accadeva intorno, finché non mi sono detto: “Perché non creare un luogo dove chi lavora in un ufficio possa acquistare e ricevere sul posto di lavoro prodotti genuini, a km.0, sulla cui qualità potrei garantire, conoscendo e selezionando i produttori, ma soprattutto, scegliendola personalmente?”

Questo aspetto, associato al desiderio di restituire del tempo libero a chi lavora in un ufficio, mi ha fatto decidere di creare giancampo. Ho lavorato 24 anni in una multinazionale e so quanto sia importante ma scarso, il tempo libero di chi lavora in un ufficio, spesso lontano da casa.
Ho scelto per voi alcune delle migliori aziende agricole del territorio intorno a me, ne ho conosciuto i proprietari, valutandone le doti relazionali e i principi con cui ottengono i loro prodotti e se li apprezzerete come ho fatto io, potremo crescere insieme e migliorare la qualità della nostra vita. Voi, affrancandovi dalla grande distribuzione, da prodotti la cui origine e gusto sono spesso quantomeno discutibili e potendo offrire a voi e ai vostri cari qualcosa di buono e sicuro, e io nel mettervi a disposizione una sempre maggiore personalizzazione del rapporto, un ascolto sempre maggiore, ampliando il parco prodotti in base alle vostre richieste e raccogliendo ogni vostro suggerimento possa aiutarci a migliorare, rendendoci tutti più indipendenti e soddisfatti.
Scegliendo giancampo, oltre a risparmiare tempo, e ad avere prodotti straordinari contribuirete anche a ridurre l’impatto ambientale. Considerate infatti, che uno o più mezzi di trasporto di giancampo utilizzati per le consegne inquineranno comunque molto meno di centinaia di auto che devono muoversi per fare la spesa!

Il mio impegno è quello di essere il tramite tra voi e chi produce e sarò quindi in grado di portare i vostri riscontri ai produttori stessi con cui potrete vivere un rapporto praticamente diretto. Il successo di giancampo vuole rendere possibile sia un’agricoltura sana, sia la sicurezza per il consumatore, nella consapevolezza di operare per il proprio bene e quello del pianeta. I clienti di giancampo sono consapevoli, che i sistemi colturali e di raccolta si adattano ai cicli e agli equilibri ecologici esistenti in natura, per cui non aspettatevi mai prodotti “fuori stagione”. Le aziende agricole che aderiscono a giancampo, garantiscono metodi colturali attenti a evitare l’utilizzo di fertilizzanti, fitofarmaci, medicine veterinarie e additivi alimentari nella proposizione dei prodotti.